fbpx

Arancini di Riso al Taleggio e Noci

60 min
4 arancini
Intermedia
Ingredienti
  • 160g di Riso
  • 300g di Taleggio
  • 20g di Noci Sgusciate
  • 3 Uova
  • Pane Grattugiato q.b.
  • 25g di Burro
  • Brodo Vegetale Concentrato in Gelatina
  • Olio di Semi q.b.
  • Sale

Gli arancini di riso sono una una specialità tipica della cucina siciliana che siamo ormai abituati a incontrare sui banconi delle gastronomie dell’intero paese. Le ricette più tradizionali prevedono farciture a base di ragù, mozzarella e piselli o prosciutto e formaggio, tuttavia basta poco a immaginare come questa sfiziosissimo piatto possa essere realizzato con qualsiasi tipo di ripieno!
Nel nostro piccolo abbiamo voluto modificare gli arancini, riproponendoli (non ce ne vogliano i puristi) con un tocco di sapori del Nord Italia, perché in fondo non ci sono confini alla gastronomia!

LA RICETTA DEGLI ARANCINI DI RISO

La ricetta dei nostri arancini di riso con taleggio è noci è veramente semplice, tuttavia richiede un minimo di manualità per modellare e impanare correttamente le polpette. Vediamo come procedere.
Recuperiamo innanzitutto il burro e sciogliamolo in una casseruola a fuoco basso. Quando il burro sarà completamente fuso, integriamo il riso e saltiamolo per una trentina di secondi, aggiungendo poi due tazze di acqua. Copriamo con un coperchio e lasciamo procedere a fuoco medio. Durante questa fase parte dell’acqua evaporerà per via del calore e un’altra parte verrà assorbita dal riso in cottura: facciamo attenzione che gli ingredienti non asciughino e, nel caso, aggiungiamo ulteriore acqua.
Passati 5 minuti di cottura integriamo al riso il brodo vegetale concentrato (in alternativa possiamo usare un dado da cucina) e una presa di sale. Mescoliamo il tutto fino a quando il brodo non sarà completamento disciolto. Lasciamo avanzare la cottura fino a quando il risotto non sarà pronto (ci vorrà più o meno una mezz’ora).

AGGIUNGIAMO IL TALEGGIO

Recuperiamo ora il taleggio, affettiamolo e rimuoviamo la crosta. Mettiamo da parte una fetta da circa 50g; tagliamo invece i restanti 250g in cubetti e aggiungiamoli al risotto assieme a mezza tazza di acqua. Mescoliamo fino a quando il taleggio non si sarà sciolto completamente. Lasciamo cuocere fino a quando il risotto non si sarà addensato. 
Terminata la preparazione del risotto, travasiamolo in una scodella, copriamolo con un foglio di carta di alluminio e lasciamolo raffreddare, prima per una ventina di minuti a temperatura ambiente e poi un ulteriore quarto d’ora nel frigorifero. Questa procedura favorirà l’addensamento dei grassi sciolti, favorendo la modellazione delle polpette. Intanto che aspettiamo, nel caso non avessimo a disposizione noci già sgusciate, rompiamo i gusci ed estraiamo i gherigli (ne servono circa 20g).

DIAMO FORMA AGLI ARANCINI

Una volta che il risotto si è raffreddato possiamo modellare gli arancini di riso e prepararli così per la frittura.
Rompiamo le uova in una scodella e sbattendole. In una seconda scodella versiamo il pane grattugiato. Recuperiamo poi la fetta di taleggio messa da parte in precedenza e tagliamola in quattro cubetti.
Prendiamo un quarto del risotto preparato e formiamo una polpetta avente la dimensione all’incirca di un’arancia. Formiamo al centro di essa un buco con il pollice e introduciamo una porzione di noci e un cubetto di taleggio. Modelliamo quindi l’arancino di riso in modo da racchiudere la farcitura.
Passiamo ora l’arancino in una doppia impanatura: ruotiamolo prima nelle uova sbattute e successivamente nel pane grattugiato. Ripassiamo poi l’arancino appena in panato nelle uova e successivamente nel pane grattugiato (in questo modo avremo una panatura più spessa e resistente). Prepariamo gli altri arancini, fino ad esaurire gli ingredienti.

LA FRITTURA DEGLI ARANCINI

Mettiamo ora sul fuoco una casseruolina con abbondante olio di semi e, quando l’olio avrà raggiunto la temperatura adatta, immergiamo uno alla volta gli arancini di riso. Friggiamoli ruotandoli costantemente in modo da dorare in modo uniforme tutta la loro superficie.
Prima di servirli, lasciamoli asciugare su uno o due fogli di carta assorbente, in modo da rimuovere l’olio in eccesso.
La ricetta per gli arancini di riso al taleggio e noci è finalmente completata: gli arancini sono caldi e pronti per essere serviti con il loro ripieno di formaggio filante! Gustateveli!

Commenti e domande: