Tajine di Maiale con Mandorle e Prugne

90 min
2 persone
Intermedia
Ingredienti
  • 450g di Spezzatino di Maiale
  • 50g di Mandorle Affettate
  • 150g di Prugne Secche
  • 1 Cipolla media (150g circa)
  • 2 spicchi di Aglio
  • 1 bustina di Zafferano
  • 2 cucchiaini di Curry
  • 1 cucchiaino di Zenzero in polvere
  • 2 cucchiaini di Cannella in polvere
  • 3 cucchiaini di Zucchero semolato
  • 1/2 stecca di Cannella
  • Olio Extravergine di Oliva
  • Sale e Pepe q.b.

Il Tajine è una preparazione tradizionale della cucina Nord Africana, che prende il nome dal piatto in cui viene cucinata. Viene preparato generalmente con carni servite in umido insaporite con spezie e verdure stufate all’interno di una base di terracotta smaltata e chiusa da un coperchio di forma conica. La particolare forma della pentola mette in ricircolo la condensa consentendo, tra l’altro, una cottura lenta che rende la carne morbidissima.
La ricetta che vi presentiamo è stata preparata usando un tajine “europeo”, realizzato con la base in metallo, che ne consente l’uso sui normali fornelli di casa… e un ingrediente che difficilmente troverete sulle tavole Marocchine e Africane in generale: lo spezzatino di maiale. Un esperimento che ha prodotti ottimi frutti, dando vita a un piatto squisito e che unisce la ingredienti tipici della nostra cucina a tecniche e profumi tipici delle tradizioni berbere.

TAJINE CON MANDORLE E PRUGNE: INFINITA’ DI PROFUMI

La preparazione della ricetta del Tajine di maiale con mandorle e prugne richiede come prima cosa una marinata per la carne, che le consentirà di assorbire i profumi e i sapori delle spezie che fanno parte di questo delizioso piatto unico.
Recuperiamo innanzitutto la cipolla, sbucciamola e tagliamola grossolanamente in fette spesse due o tre millimetri. Affettiamo poi due spicchi di aglio e schiacciamo leggermente i pezzetti ottenuti appoggiando la lama del coltello “di piatto” ed esercitando una breve ma decisa pressione con il palmo della mano.
Prendiamo quindi lo spezzatino di maiale, eliminiamo il grasso in eccesso e raccogliamo la polpa in una scodella abbondante. Uniamo la cipolla e l’aglio e insaporiamo spolverando il tutto con 2 prese abbondanti di sale, un cucchiaino di pepe nero, due cucchiaini di curry, due cucchiaini di cannella in polvere, un cucchiaino di zenzero tritato e una bustina di zafferano.
Condiamo il tutto con abbondante olio extravergine di oliva, mescoliamo con un cucchiaio e lavoriamo poi gli ingredienti con le mani, massaggiando la carne in modo che si impregni degli aromi presenti. Copriamo la scodella con uno strato di pellicola trasparente e lasciamo riposare per una ventina di minuti.

IL TAJINE di carne SUL FUOCO

Una volta terminato il periodo di marinatura possiamo iniziare la cottura della nostra portata.
Trasferiamo la carne con tutto il suo condimento nella base del tajine e aggiungiamo un bicchiere e mezzo di acqua. Mettiamo quindi sul fornello a fiamma bassa e copriamo con il coperchio (ricordiamoci di mescolare periodicamente e di verificare che il brodo di cottura non evapori completamente; nel caso integriamo mezzo bicchiere di acqua).
Mentre la carne inizia la sua cottura, scaldiamo una padella su fuoco vivo e tostiamo 50g di mandorle affettate. Se preferite, potete sostituirle con mandorle intere, ma vi consigliamo di impiegare quelle già “pelate” in modo da eliminare il retrogusto amarognolo tipico dei questo frutto. Passiamole in padella per due o tre minuti, scuotendole sistematicamente affinché non brucino a contatto con la superficie metallica della pentola. Quando iniziano a dorare, trasferiamole in una ciotola e teniamole da parte per il successivo utilizzo.
Una volta trascorsi circa 15 minuti dall’inizio della cottura della carne possiamo recuperare le prugne secche e metterle in ammollo in una scodella con un bicchiere d’acqua tiepida. Lasciamole ammorbidire per circa 10 minuti e in seguito trasferiamole, assieme alla loro acqua, in un pentolino. Aggiungiamo poi tre cucchiaini di zucchero semolato e mezza stecca di cannella.
Riscaldiamo a fiamma bassa fino a quando l’acqua non inizia a sobbollire e continuiamo la cottura per ulteriori 5 minuti. Spegniamo quindi il fuoco, eliminiamo la corteccia di cannella e lasciamo raffreddare.

UNIAMO GLI INGREDIENTI della tajine

Quando sono trascorsi circa 30 minuti dall’inizio della cottura della carne possiamo unire tutti gli ingredienti per la fase finale della preparazione. Integriamo le mandorle tostate e le prugne alla carne di maiale, assieme a due cucchiai da minestra dello sciroppo ottenuto con la cottura. Mescoliamo e, se necessario, aggiungiamo mezzo bicchiere di acqua calda del rubinetto. Riposizioniamo il coperchio e terminiamo la nostra ricetta cuocendo il tutto per gli ultimi 15 minuti.
Ecco ultimata la ricetta per il tajine di maiale con mandorle e prugne! Non resta che servirlo e gustarlo in tutto il suo mix di sapori! Noi abbiamo deciso di accompagnarlo con una porzione di riso al vapore, che si sposa perfettamente con il piatto presentato assorbendone colori e sapori… e voi cosa usereste come contorno?

Commenti e domande: