fbpx

Pane con la Planetaria

Porzioni4 PorzioniDifficoltàIntermedia
Tempo Prep1 hr 50 minutiTempo Cottura40 minuti

Il pane è uno degli alimenti più comuni per la nostra società moderna e spesso diamo per scontata la sua presenza sulle nostre tavole, eppure anche nei momenti più difficili è una fonte di sostentamento imprescindibile. Indipendentemente dal fatto che siamo abituati a mangiare michette, francesini, pagnotte o baguette, la panificazione è molto più di una semplice pratica culinaria: è un'arte millenaria, che richiede conoscenze tecniche e soprattutto amore e dimestichezza con ingredienti e processi di produzione.

COME FARE L'IMPASTO PER IL PANE CON LA PLANETARIA

Nella nostra ricetta per il pane (non dimenticate che potete guardare anche la video-ricetta!) vogliamo raccontarvi come lo prepariamo noi, aiutandoci con una comune planetaria, elettrodomestico indispensabile per tutti gli amanti degli impasti. Durante la preparazione utilizzeremo due attrezzi differenti: la frusta a foglia, per la prima parte della lavorazione e il "gancio", che ci aiuterà lavorare correttamente l'impasto, una volta che questo si avvicinerà alla sua consistenza finale.

QUALE FARINA USARE PER IL PANE FATTO IN CASA

Per questa ricetta abbiamo deciso di utilizzare una farina "00" tradizionale, che magari è meno "saporita" rispetto ad altre più "grezze", ma che siamo certi sia la più diffusa nelle nostre credenze (il nostro obiettivo era proprio quello di portare nelle vostre case una ricetta semplicissima, che non richiedesse ingredienti troppo specifici). Un'alternativa a cui ricorriamo solitamente è, invece, l'uso della farina "0", che ci sentiamo di consigliare vivamente.

Per dare più gusto è anche possibile creare molti mix tra la farina "00" (o "0") e altre farine particolari, come quelle integrali (vi avevamo già proposto la nostra ricetta per il pane di segale) o le farine ai cereali, tuttavia vi ricordiamo che in questi caso è necessario adeguare anche la quantità di acqua, in quanto queste farine hanno capacità di assorbimento completamente diverse rispetto alla farina classica.

CALCOLA LE DOSI PER L'IMPASTO DEL PANE

Le quantità di ingredienti indicate in questa ricetta vi consentiranno di ottenere due pagnotte di circa 370g l'una, ideali per 4 persone.

Nel caso in cui aveste necessità di realizzare il pane per una quantità diversa di persone, potete usare la tabella sottostante di calcolo degli ingredienti, che vi mostrerà le dosi per varie quantità di pane.

  • Dosi per 2 Persone: 250g Farina "00"; 175g di Acqua; 5g di Lievito di Birra fresco; 1/2 cucchiaino di Zucchero; 1/2 cucchiaino di Sale 
  • Dosi per 4 Persone: 500g Farina "00"; 350g di Acqua; 10g di Lievito di Birra fresco; 1 cucchiaino di Zucchero; 1 cucchiaino di Sale  
  • Dosi per 6 Persone: 750g Farina "00"; 525g di Acqua; 15g di Lievito di Birra fresco; 1 e 1/2 cucchiaino di Zucchero; 1 e 1/2 cucchiaino di Sale  
  • Dosi per 8 Persone: 1000g Farina "00"; 700g di Acqua; 20g di Lievito di Birra fresco; 2 cucchiaino di Zucchero; 2 cucchiaino di Sale  

COME CUOCERE IL PANE NEL FORNO DOMESTICO

In questa ricetta mostriamo come è possibile fare il pane in casa con una planetaria e un normale forno ventilato domestico. Per la cottura del pane useremo un piccolo accorgimento: poiché il forno ventilato tende ad "asciugare" molto l'impasto del pane in cottura, introdurremo all'interno dell'elettrodomestico una vaschetta di metallo (o una piccola teglia) contenente acqua. Con il calore della cottura questa evaporerà, aumentando il grado di umidità dell'aria e garantendo un pane cotto e morbido all'interno e con quella deliziosa crosticina croccante all'esterno.

GLI INGREDIENTI PER L'IMPASTO

 500 g Farina "00"
 350 g Acqua (a temperatura ambiente)
 10 g Lievito di birra fresco
 1 cucchiaino Sale
 1 cucchiaino Zucchero (scarso)

COME FARE IL PANE CON LA PLANETARIA

COME PREPARARE L'IMPASTO PER IL PANE CON LA PLANETARIA
1

Recuperiamo innanzitutto la scodella della planetaria e versiamo al suo interno 350g di acqua a temperatura ambiente (va benissimo quella del rubinetto).

2

Sciogliamo poi nell'acqua un cucchiaino di zucchero e un cucchiaino di sale.

3

Recuperiamo poi 10g di lievito di birra fresco e sciogliamo anche questo nell'acqua, aiutandoci con i polpastrelli.

Sciogliere lievito in acqua

4

Inseriamo ora la scodella sotto il braccio dell'impastatrice e montiamo la frusta a foglia, perfetta per iniziare la lavorazione dell'impasto per il pane. Attiviamo quindi la planetaria a velocità medio bassa e aggiungiamo un cucchiaio di farina alla volta, lasciandola cadere "a pioggia" (aggiungiamone di nuova solo quando quella precedentemente versata è stata completamente integrata nell'impasto). Procediamo fino a quando la nostra pasta di pane non inizia a formare delle "maglie", prendendo corpo.

Aggiungiamo la farina nella scodella della planetaria

5

Fermiamo ora la planetaria e rimuoviamo la frusta a foglia. Montiamo quindi il gancio per impastare e continuiamo con l'aggiunta della farina, fino a quando non avremo utilizzato l'intera quantità prevista, lasciando lavorare poi l'impastatrice ancora per un paio di minuti. L'impasto, alla fine, dovrà risultare umido e appiccicoso, ma uniforme, elastico e privo di grumi.

Impasto per il pane quasi completato

6

Infariniamo ora un piano di lavoro e versiamo su di esso la pasta di pane appena preparata (aiutandoci eventualmente con una spatola di silicone).

7

Usando le mani, ripieghiamo più volte l'impasto su se stesso, in modo da conferirgli "forza".

Ripieghiamo l'impasto del pane su se stesso

LA LIEVITAZIONE DEL PANE
8

Prepariamo quindi una leccarda ricoperta con un foglio di carta forno. Posizioniamo al centro l'impasto appena preparato e inseriamola nel forno per la lievitazione. Lasciamo riposare il tutto per 60 minuti, mantenendo lo sportello del forno chiuso e la luce interna accesa.

9

Trascorso il periodo della prima lievitazione l'impasto dovrebbe aver raddoppiato il suo volume. Estraiamo la leccarda e trasferiamo nuovamente la pasta sulla spianatoia infarinata.

10

Ripetiamo nuovamente l'operazione di "piega" dell'impasto effettuata prima della lievitazione e con l'aiuto di una spatola o di un coltello dividiamo la pasta in due panetti il più possibile uguali. Spolverizziamo leggermente la loro superficie con della farina.

Impasto diviso in due pagnotte

11

Pieghiamo un paio di volte ancora l'impasto dei due panetti e diamo, infine, una forma allungata. Trasferiamoli ancora sulla leccarda ricoperta con carta forno e lasciamoli lievitare per altri 20 minuti in forno chiuso.

12

Trascorsi i 20 minuti estraiamo le pagnotte e con un coltello molto affilato (o una lama di rasoio) incidiamo la loro superficie superiore, formando il caratteristico taglio del pane.

Incidere le due pagnotte con un coltello affilato o un rasoio

13

Riponiamo nuovamente in forno per gli ultimi 20 minuti di lievitazione, durante i quali le pagnotte "si apriranno" per via del taglio appena fatto.

COME CUOCERE IL PANE NEL FORNO DOMESTICO
14

Ora che gli impasti sono pronti e lievitati non ci resta che passare alla cottura. Accediamo il forno a 200° in modalità ventilata e preriscaldiamolo. Durante questa fase appoggiamo sulla sula superficie inferiore una vaschetta o una piccola teglia metallica contenente un paio di dita d'acqua. Come già spiegato, il calore del forno farà evaporare l'acqua "umidificando" l'ambiente di cottura.

Inseriamo vaschetta d'acqua sul fondo del forno

15

Una volta che il forno avrà raggiunto la temperatura di cottura possiamo inserire la leccarda contenente le pagnotte. Inforniamo molto rapidamente, in modo che non esca il vapore che si è creato nel frattempo. Potete, in aggiunta, gettare anche qualche goccia d'acqua sulla superficie inferiore del forno. Cuociamo il tutto per 30 minuti.

16

Trascorsi i primi 30 minuti di cottura apriamo il forno ed estraiamo la vaschetta contenente l'acqua (usate le presine!!). Lasciamo quindi aperto il portellone per qualche istante in modo da far uscire il vapore e poi richiudiamolo. Cuociamo il pane per altri 5 minuti.

Rimuovere la vaschetta dell'acqua

17

Le nostre due pagnotte dovrebbero avere ora un bel colore dorato e una superficie asciutta e croccante. Possiamo estrarle dal forno e lasciarle raffreddare su una gratella, che favorirà l'eliminazione dell'umidità in eccesso (evitando lo spiacevole effetto di un pane "molle" e gommoso). Non vi resta che godervi il meraviglioso profumo del pane fatto in casa!

Ingredients

 500 g Farina "00"
 350 g Acqua (a temperatura ambiente)
 10 g Lievito di birra fresco
 1 cucchiaino Sale
 1 cucchiaino Zucchero (scarso)

Directions

COME PREPARARE L'IMPASTO PER IL PANE CON LA PLANETARIA
1

Recuperiamo innanzitutto la scodella della planetaria e versiamo al suo interno 350g di acqua a temperatura ambiente (va benissimo quella del rubinetto).

2

Sciogliamo poi nell'acqua un cucchiaino di zucchero e un cucchiaino di sale.

3

Recuperiamo poi 10g di lievito di birra fresco e sciogliamo anche questo nell'acqua, aiutandoci con i polpastrelli.

Sciogliere lievito in acqua

4

Inseriamo ora la scodella sotto il braccio dell'impastatrice e montiamo la frusta a foglia, perfetta per iniziare la lavorazione dell'impasto per il pane. Attiviamo quindi la planetaria a velocità medio bassa e aggiungiamo un cucchiaio di farina alla volta, lasciandola cadere "a pioggia" (aggiungiamone di nuova solo quando quella precedentemente versata è stata completamente integrata nell'impasto). Procediamo fino a quando la nostra pasta di pane non inizia a formare delle "maglie", prendendo corpo.

Aggiungiamo la farina nella scodella della planetaria

5

Fermiamo ora la planetaria e rimuoviamo la frusta a foglia. Montiamo quindi il gancio per impastare e continuiamo con l'aggiunta della farina, fino a quando non avremo utilizzato l'intera quantità prevista, lasciando lavorare poi l'impastatrice ancora per un paio di minuti. L'impasto, alla fine, dovrà risultare umido e appiccicoso, ma uniforme, elastico e privo di grumi.

Impasto per il pane quasi completato

6

Infariniamo ora un piano di lavoro e versiamo su di esso la pasta di pane appena preparata (aiutandoci eventualmente con una spatola di silicone).

7

Usando le mani, ripieghiamo più volte l'impasto su se stesso, in modo da conferirgli "forza".

Ripieghiamo l'impasto del pane su se stesso

LA LIEVITAZIONE DEL PANE
8

Prepariamo quindi una leccarda ricoperta con un foglio di carta forno. Posizioniamo al centro l'impasto appena preparato e inseriamola nel forno per la lievitazione. Lasciamo riposare il tutto per 60 minuti, mantenendo lo sportello del forno chiuso e la luce interna accesa.

9

Trascorso il periodo della prima lievitazione l'impasto dovrebbe aver raddoppiato il suo volume. Estraiamo la leccarda e trasferiamo nuovamente la pasta sulla spianatoia infarinata.

10

Ripetiamo nuovamente l'operazione di "piega" dell'impasto effettuata prima della lievitazione e con l'aiuto di una spatola o di un coltello dividiamo la pasta in due panetti il più possibile uguali. Spolverizziamo leggermente la loro superficie con della farina.

Impasto diviso in due pagnotte

11

Pieghiamo un paio di volte ancora l'impasto dei due panetti e diamo, infine, una forma allungata. Trasferiamoli ancora sulla leccarda ricoperta con carta forno e lasciamoli lievitare per altri 20 minuti in forno chiuso.

12

Trascorsi i 20 minuti estraiamo le pagnotte e con un coltello molto affilato (o una lama di rasoio) incidiamo la loro superficie superiore, formando il caratteristico taglio del pane.

Incidere le due pagnotte con un coltello affilato o un rasoio

13

Riponiamo nuovamente in forno per gli ultimi 20 minuti di lievitazione, durante i quali le pagnotte "si apriranno" per via del taglio appena fatto.

COME CUOCERE IL PANE NEL FORNO DOMESTICO
14

Ora che gli impasti sono pronti e lievitati non ci resta che passare alla cottura. Accediamo il forno a 200° in modalità ventilata e preriscaldiamolo. Durante questa fase appoggiamo sulla sula superficie inferiore una vaschetta o una piccola teglia metallica contenente un paio di dita d'acqua. Come già spiegato, il calore del forno farà evaporare l'acqua "umidificando" l'ambiente di cottura.

Inseriamo vaschetta d'acqua sul fondo del forno

15

Una volta che il forno avrà raggiunto la temperatura di cottura possiamo inserire la leccarda contenente le pagnotte. Inforniamo molto rapidamente, in modo che non esca il vapore che si è creato nel frattempo. Potete, in aggiunta, gettare anche qualche goccia d'acqua sulla superficie inferiore del forno. Cuociamo il tutto per 30 minuti.

16

Trascorsi i primi 30 minuti di cottura apriamo il forno ed estraiamo la vaschetta contenente l'acqua (usate le presine!!). Lasciamo quindi aperto il portellone per qualche istante in modo da far uscire il vapore e poi richiudiamolo. Cuociamo il pane per altri 5 minuti.

Rimuovere la vaschetta dell'acqua

17

Le nostre due pagnotte dovrebbero avere ora un bel colore dorato e una superficie asciutta e croccante. Possiamo estrarle dal forno e lasciarle raffreddare su una gratella, che favorirà l'eliminazione dell'umidità in eccesso (evitando lo spiacevole effetto di un pane "molle" e gommoso). Non vi resta che godervi il meraviglioso profumo del pane fatto in casa!

Pane con la Planetaria
DOMANDE E COMMENTI